Nonni e nipoti quando c'è di mezzo un divorzio o problemi tra i coniugi

Quando finisce un legame matrimoniale e si rompe quella che era l’armonia familiare, è necessario rivolgere il pensiero, oltre che agli ex coniugi, a quello che succede nella vita dei bambini. C’è in questa un soggetto, rappresentato dai nonni, che viene spesso escluso da ogni ragionamento e che pure riveste un ruolo fondamentale sia nella vita dei bambini sia in quella dei genitori.

È innegabile, infatti, l’importanza dei nonni nella vita della famiglia: ne sono supporto e sostegno morale, affettivo, pratico e spesso economico, rappresentano la saggezza, sono detentori della storia familiare, che trasmettono attraverso i loro racconti, aneddoti, vicissitudini, hanno tempo per ascoltare e dedicarsi ai nipoti...

Ma quali sono i diritti dei nonni nel caso in cui i genitori, o un genitore, frappongano ostacoli ai rapporti tra i nonni e i nipoti? L’ art. 317-bis del codice civile, che dispone chiaramente che tale diritto non decade nemmeno in caso di divorzio dei genitori. Secondo la norma, infatti, “gli ascendenti hanno diritto di mantenere rapporti significativi con i nipoti minorenni”.

Ovviamente vige in ogni caso uno dei principi cardine del diritto di famiglia italiano contemporaneo, vale a dire il supremo interesse del minore. Questo significa che, anche nell’ipotesi di crisi della coppia genitoriale, come in caso di separazioni con figli minorenni, i genitori potranno impedire al nonno di vedere il nipote soltanto se dovessero ritenere che il rapporto tra questi sia pregiudizievole per il minore, ad esempio perché il nonno assume comportamenti volti a screditare, attaccare, criticare l’altro genitore in presenza del nipote, o  è parte attiva del conflitto genitoriale, o, peggio, tiene condotte abusanti verso il nipote...

Il nonno che ritenga di essere escluso dalla vita del minore o limitato nei rapporti con questo potrà agire presso il tribunale per i minorenni del luogo di residenza abituale del minore per far sì che, valutata la situazione, siano assunti i provvedimenti più idonei nell’interesse del minore.

Farsi affiancare da un bravo avvocato nell’affrontare la situazione è fondamentale. A questo proposito, l’avv. Sabrina D’Ascenzo, avvocato divorzista a Roma, rappresenta il profilo ideale per avere un parere esperto sulla faccenda essere seguiti nei passi che potrebbe rendersi necessario intraprendere.

Contattaci

Avv. Sabrina D'Ascenzo

Per maggiori informazioni compila questo modulo, ti contatteremo prima possibile

Accertarsi di inserire una email corretta altrimenti sarà per noi impossibile rispondere

Tel. 340 986 4432

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Dal Lunedi al Venerdi
9:00 - 19:00

Dal Lunedi al Venerdi
9:00 - 19:00

Viale Giulio Cesare 62
00192 Roma zona Prati (RM)

Avvocato Sabrina D'Ascenzo - P.Iva: 11684851006 - Viale Giulio Cesare 62 - 00192 Roma zona Prati (RM)
Tel. +39 063701377 - Cell. 340 986 4432 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -