Separazione consensuale

Mi chiamo Sabrina D'Ascenzo, sono un avvocato del Foro di Roma e mi occupo di tutela legale per la famiglia, in particolare di tutto ciò che riguarda le separazioni. Assisto le persone nelle cause di separazione consensuale, coniugale o giudiziale, con figli o dei coniugi.

Avvocato per separazione consensuale a Roma, con studio in zona Prati. Sono a disposizione per chiarimenti e assistenza. Offro consulenza e assistenza legale in materia di diritti e doveri dei figli minorenni e maggiorenni.

Avvocato per Separazione consensuale a Roma zona Prati: consulenza legale con l'avvocato Sabrina D'Ascenzo

La separazione è un rimedio alla crisi coniugale, che non scioglie il matrimonio ma ne attenua taluni effetti. Può avere carattere transitorio qualora sopravvenga la riconciliazione dei coniugi oppure la sentenza di divorzio ma può anche essere la soluzione definitiva della crisi tra i coniugi, se non vi sia la volontà di riconciliarsi o divorziare.

Con la separazione vengono meno alcuni diritti e doveri derivanti dal matrimonio, come l'obbligo di coabitazione e fedeltà. La separazione consensuale è una procedura più veloce rispetto a quella giudiziale, ma è un istituto cui è possibile ricorrere solo se tra coniugi vi sia accordo sulle principali questioni inerenti al rapporto: affidamento e mantenimento dei figli, assegno di mantenimento a favore del coniuge più debole, l'assegnazione della casa familiare. Il ricorso al procedimento consensuale non è sempre possibile, poiché dipende molto dalla relazione preesistente tra i coniugi e dalle motivazioni che sono alla base della volontà di mettere fine alla relazione sentimentale.

Se la separazione matrimoniale tra le due parti non si può risolvere in maniera consensuale, sarà necessario ricorrere all’aiuto di un giudice.

Separazione consensuale procedura

La separazione consensuale non consente l'addebito della stessa a carico di uno dei coniugi, quindi per tale ragione, ove ritenuto l’addebito condizione imprescindibile per uno dei coniugi, o nell'eventualità per cui non sia facile raggiungere un accordo non sempre è una via percorribile.

Quando i coniugi, invece, riescono a definire in modo consensuale gli aspetti più importanti relativi alla loro separazione possono ricorrere alla separazione consensuale e, in tal caso, sono possibili più vie: i coniugi possono rivolgersi al giudice per ottenere dallo stesso un provvedimento di omologazione degli accordi raggiunti;  possono rivolgersi al proprio avvocato di fiducia (uno per ciascuna parti ) per dar luogo alla procedura di negoziazione assistita oppure, se ne ricorrono i presupposti, possono manifestare la propria volontà di separarsi innanzi all’ufficiale di stato civile. 

Separazione consensuale dei coniugi

La procedura per la separazione consensuale innanzi al giudice prevede il deposito del ricorso di separazione da parte di uno o entrambi i coniugi presso il tribunale competente. Entro cinque giorni verrà fissata un'udienza innanzi al Presidente del Tribunale, in cui devono obbligatoriamente comparire entrambi e dove sarà esperito un tentativo di conciliazione.

I coniugi verranno ascoltati, solitamente, prima separatamente e poi congiuntamente. In caso di esito positivo del tentativo di conciliazione verrà chiusa la procedura di separazione, altrimenti il tribunale emetterà provvedimento di omologazione dell’accordo raggiunto dai coniugi. Nel caso in cui le condizioni dell’accordo relative all’affidamento e al mantenimento dei figli sino in contrasto con l’interesse di questi il giudice potrà indicare le modificazioni da adottare nell’interesse dei figli e, in caso di inidonea soluzione, rifiutare l’omologazione.

Dal 2014 è possibile ottenere la separazione in modo più rapido attraverso la procedura di negoziazione assistita, che prevede il ricorso ai propri avvocati di fiducia affinché questi curino la stesura degli accordi sugli aspetti fondamentali della separazione dei coniugi.

Tali accordi devono essere inoltrati al Procuratore della Repubblica per essere controllati sotto il profilo della regolarità formale (ovvero circa la rispondenza degli stessi all’interesse della prole, ove vi siano figli minori o maggiorenni incapaci, con grave handicap o non economicamente autosufficienti) e  trasmessi successivamente all'ufficiale di stato civile.

Infine i coniugi che non hanno figli minori a carico oppure hanno figli maggiorenni economicamente autosufficienti, non incapaci né portatori di handicap grave, possono separarsi in modo più veloce e meno costoso manifestando la propria volontà di separarsi dinnanzi all'ufficiale di stato civile del comune dove è stato iscritto o trascritto l’atto di matrimonio o dove risiedono i coniugi o uno di essi.

In quest'ultimo caso non è necessaria l'assistenza di nessun avvocato, che è facoltativa.

Separazione consensuale con figli maggiorenni

La separazione consensuale, nel caso in cui siano nati dei figli dal matrimonio, avrà ad oggetto necessariamente anche la tutela  dell'interesse di questi ultimi e potrà avvenire soltanto con la procedura innanzi al tribunale o nelle forme della negozia zone assistita, non davanti all’ufficiale di stato civile, ad eccezione dell’ipotesi in cui i figli siano maggiorenni economicamente autosufficienti.  I coniugi, nonostante la separazione con figli in atto, hanno il dovere di curare il mantenimento, l'istruzione e l'educazione dei figli e su entrambi continua a gravare la responsabilità genitoriale.

I figli hanno diritto all'assegno di mantenimento, proporzionato alle risorse dei genitori. L'interesse primario dei minori è fondamentale anche ai fini dell'assegnazione della casa familiare, che avverrà in favore del coniuge affidatario/collocatario, salvo che ciò non sia contrario all’interesse della prole.

Ha bisogno di un avvocato affidabile e professionale?

Ha bisogno di un avvocato affidabile e professionale?

L'avvocato Sabrina D'Ascenzo offre consulenza legale senza nessun impegno nell'ambito dei divorzi, delle separazioni, degli affidamenti, dei mantenimenti e nelle adozioni.

Non perdere altro tempo, contattaci subito!

Contattaci 063701377
 

CONSULENZA

Vuoi chiedere maggiori info?

Potrebbe interessarti anche

Eventi e convegni a cui ha partecipato l'avvocato Sabrina D'Ascenzo

Scuola di alta formazione specialistica avvocati in diritto delle persone, delle relazioni familiari e dei minorenni di Cammino in collaborazione con Scuola Superiore dell’Avvocatura - Fondazione del Consiglio Nazionale Forense e i Dipartimenti di Giurisprudenza delle Università di Roma Tre, Cassino - Lazio Meridionale.

Scuola Alta Formazione Specialistica Avvocati Diritto Persone 03
Scuola Alta Formazione Specialistica Avvocati Diritto Persone 02
Scuola Alta Formazione Specialistica Avvocati Diritto Persone 01

 

Contattaci

Se vuoi maggiori informazioni, compila questo modulo. Ti ricontatteremo quanto prima possibile.

Avv. Sabrina D'Ascenzo

Tel. +39 063701377
info@avvocatodirittofamigliaroma.it

Dal Lunedi al Venerdi

9:00 - 19:00

Viale Giulio Cesare 62

00192 Roma zona Prati (RM)

Avvocato Sabrina D'Ascenzo - P.Iva: 11684851006 - Viale Giulio Cesare 62 - 00192 Roma zona Prati (RM)
Tel. +39 063701377 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -