Affidamento a Roma

Mi chiamo Sabrina D'Ascenzo, sono un avvocato del Foro di Roma e mi occupo di tutela legale per la famiglia, in particolare di tutto ciò che riguarda l'affidamento. Assisto le persone nelle cause di affidamento dei figli di genitori coniugati e non, che può essere condiviso, esclusivo o superesclusivo. Offro consulenza e assistenza legale in materia di diritti e doveri dei figli minorenni e maggiorenni.

Avvocato per affidamento familiare a Roma, con studio in zona Prati. Sono a disposizione per chiarimenti e assistenza.

Avvocato per Affidamento familiare a Roma zona Prati: consulenza legale con l'avvocato Sabrina D'Ascenzo

La fase dell'affidamento dei figli è uno dei punti più importanti ma allo stesso tempo difficili da trattare in ogni ipotesi di crisi di coppia, coniugata e non.

Proprio durante la separazione vengono decisi gli aspetti principali inerenti al calendario delle visite, al mantenimento dei figli ed al luogo dove questi si stabiliscono.

Con la sentenza di divorzio sostanzialmente vengono confermate le decisioni prese in precedenza, salvo che circostanze sopravvenute non suggeriscano modifiche dei provvedimenti precedentemente assunti.

Fino al 2006 era solitamente disposto l'affidamento esclusivo in capo ad un solo genitore e la prassi prevedeva un ruolo marginale del padre rispetto alla figura della madre vista come il genitore più adatto ad occuparsi dei figli.

Con la legge Paniz anche l'Italia si è adeguata alle convenzioni internazionali che sottolineano l'importanza ed il diritto dei figli di avere un rapporto soddisfacente sul non solo piano economico ma anche affettivo sia con la mamma che con la figura paterna. Il risultato vede ad oggi vede l'affidamento condiviso come scelta giuridica prevalente, mentre l'affidamento esclusivo è solo un'eccezione.

Vero è che spesso le dinamiche familiari ed i patti consensuali stabiliti dai genitori stessi spesso sviliscono l'istituto dell'affidamento condiviso, tagliando fuori di fatto una figura genitoriale dalla vita dei figli, situazione che spesso i tribunali sanzionano anche con una certa severità.

L'affidamento congiunto è un istituto non più in vigore a seguito della legge del legge 8 febbraio 2006 n. 54. In precedenza la disciplina dell’affidamento dei figli prevedeva l’affidamento individuale al genitore che appariva più idoneo e, dal 1987, la possibilità di affidamento congiunto e alternato. Peraltro, la giurisprudenza aveva continuato a privilegiare l’affidamento individuale.

L'affidamento congiunto prevedeva che, a seguito di separazione o di divorzio, entrambi i genitori avrebbero mantenuto l’esercizio della potestà genitoriale (ora responsabilità genitoriale), di conseguenza anche il genitore non convivente aveva voce in capitolo in merito alle decisioni riguardanti la vita dei loro figli ma tale istituto aveva carattere residuale ed eventuale.

L'affidamento condiviso è oggi la forma prioritaria di affidamento, nell’ipotesi di separazione o divorzio ovvero di crisi di coppia genitoriale non coniugata. I figli hanno il diritto di mantenere un rapporto equilibrato e continuativo con entrambi i genitori, e, in caso di disaccordo tra i genitori, spetta al giudice determinare tempi e modalità con cui i figli devono stare con i rispettivi genitori. Il giudice valuterà prioritariamente la possibilità di disporre l’affidamento condiviso, che mira a garantire un’effettiva compartecipazione dei genitori nelle scelte riguardanti la crescita e formazione del figlio minore, a prescindere dal fatto che il genitore conviva o meno con i propri figli.

Ciascun genitore provvederà al mantenimento dei figli in misura proporzionale al proprio reddito e il giudice, ove necessario, potrà stabile la corresponsione di un assegno periodico  al fine di realizzare il principio di proporzionalità, la cui quantificazione è variabile e dipende, oltre che dalle risorse economiche del genitore, anche dai tempi e dai modi cui i figli permangono presso i rispettivi genitori. In caso di mutamento delle circostanze di fatto, ci potrà essere una variazione dell'assegno periodico di mantenimento.

Eventi e convegni a cui ha partecipato l'avvocato Sabrina D'Ascenzo

Scuola di alta formazione specialistica avvocati in diritto delle persone, delle relazioni familiari e dei minorenni di Cammino in collaborazione con Scuola Superiore dell’Avvocatura - Fondazione del Consiglio Nazionale Forense e i Dipartimenti di Giurisprudenza delle Università di Roma Tre, Cassino - Lazio Meridionale.

Scuola Alta Formazione Specialistica Avvocati Diritto Persone 01
Scuola Alta Formazione Specialistica Avvocati Diritto Persone 02
Scuola Alta Formazione Specialistica Avvocati Diritto Persone 03

 

Dicono di noi

Anitza C



Salve Sabrina,
Lei é buon professionale, e logicamente la consiglierei ad amici italiani ed anche stranieri, la mia practica era complessa ma Lei ha fatto oltre le mie spettative.

La ringrazio
Saluti Anitza C

Mariagrazia C.



Ero in grosse difficoltà.
Non sapevo da dove iniziare e avevo il timore di far soffrire ai miei figli.
L’Avv. D’Ascenzo è stato un faro di luce.
Mi ha seguita in ogni passo avendo rispetto della mia situazione con il mio ex marito e con i miei figli.

La mia paura più grande era che, “mettendo di mezzo un avvocato”, la situazione peggiorasse e diventasse insostenibile.
Invece così non è stato.

Devo ringraziare l’Avv. D’Ascenzo per come mi ha seguita.
Immagino lavori così con tutti i suoi assistiti, ma io mi son sentita al sicuro come se fosse un qualcosa di eccezionale che non avrei mai trovato in una figura come quella dell’avvocato.

Ho già consigliato l’Avv. ad amici che avevano bisogno di un avvocato specializzato in diritto di Famiglia e la consiglierei ancora.

Stefano G



Avevo un problema con la separazione e il mio precedente avvocato mi era sembrato non molto afferrato sul caso.
Meno male che ho cercato su internet e ho trovato l'avvocato D'Ascenzo e sin da subito mi ha fatto capire che era esperta sul diritto di famiglia e infatti sono riuscito ad ottenere quello che mi spettava.

Complimenti avvocato

Giovanni C.



L'importante per me era tutelare i miei figli, fortunatamente grazie all'avvocato D'Ascenzo tutto è andato per il verso giusto.
Quello che ho apprezzato è il lato umano e la capacità di spiegarmi tutto con massima chiarezza e trasparenza. Non potrò mai ringraziarla abbastanza.

Contattaci

Avv. Sabrina D'Ascenzo

Per maggiori informazioni compila questo modulo, ti contatteremo prima possibile

Accertarsi di inserire una email corretta altrimenti sarà per noi impossibile rispondere

Tel. 340 986 4432

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Dal Lunedi al Venerdi
9:00 - 19:00

Dal Lunedi al Venerdi
9:00 - 19:00

Viale Giulio Cesare 62
00192 Roma zona Prati (RM)

Avvocato Sabrina D'Ascenzo - P.Iva: 11684851006 - Viale Giulio Cesare 62 - 00192 Roma zona Prati (RM)
Tel. +39 063701377 - Cell. 340 986 4432 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -