Mantenimento dei figli

Mi chiamo Sabrina D'Ascenzo, sono un avvocato del Foro di Roma e mi occupo di tutela legale per la famiglia, in particolare di tutto ciò che riguarda il mantenimento. Assisto le persone nelle cause di mantenimento dei figli, ma anche dei genitori o dei nipoti ma anche nel caso di mantenimento con o senza figli o del coniuge. Offro consulenza e assistenza legale in materia di diritti e doveri dei figli minorenni e maggiorenni.

Avvocato per mantenimento dei figli a Roma, con studio in zona Prati. Sono a disposizione per chiarimenti e assistenza.

Avvocato per Mantenimento dei figli a Roma zona Prati: cosa significa e come funziona?

Sempre più coppie decidono di separarsi. Purtroppo ormai sono molteplici i matrimoni che falliscono e non riescono ad andare avanti. A volte, nelle famiglie che si dividono sono presenti figli. Quando i due partner decidono di separarsi, a quel punto occorrerà discutere anche del mantenimento figli.

Quest'ultimo può essere un argomento ostico da affrontare se non si conoscono tutti i particolari del caso. Occorre quindi fare un'analisi generale in merito al mantenimento figli in caso di crisi della coppia genitoriale, così da conoscere qualsiasi dettaglio da riferire all’avvocato di famiglia.

In primo luogo, quindi, occorre analizzare cosa si intende per mantenimento dei figli. Anche durante la crisi i genitori restano obbligati al mantenimento del figlio al fine di  soddisfare i bisogni primari e secondari dei bambini, garantendo loro il benessere economico di cui necessitano.

Il mantenimento figli è una forma di contribuzione economica consistente, che può variare a seconda delle esigenze dei partner e dei figli stessi. In assenza di accordo tra i genitori, spetterà al tribunale stabilire la misura e le modalità di contribuzione di ciascuno.

Questo contributo economico può avvenire mediante la corresponsione periodica di somme di denaro (“assegno periodico”) in favore del genitore non collocatario oppure in forma diretta, cioè soddisfacendo una parte dei bisogni del minore (la restante sarà soddisfatta dall’altro genitore) mediante individuazione di specifici capitoli di spesa (es. spese scolastiche, mediche…) da parte del giudice.

Questo assegno, è bene chiarire, non comprende la somma dovuta per un eventuale mantenimento della moglie.

Calcolo assegno mantenimento: come si effettua?

A questo punto, occorre comprendere come bisogna effettuare il calcolo per l'assegno di mantenimento. Difatti, come già detto in precedenza, la somma da versare ai bambini può variare a seconda di differenti fattori. La legge, all'articolo 337 ter  c.c. dice che il genitore deve contribuire in modo significativo al proprio figlio in misura proporzionale al proprio reddito. Tuttavia, questo parametro non è l'unico da tenere in considerazione quando si effettua il calcolo assegno mantenimento.

I fattori da tenere in considerazione al fine di determinare l’importo dell’assegno di mantenimento in favore dei figli sono elencati di seguito:

  • Le risorse economiche di entrambi i genitori: entrambi devono fare una valutazione oggettiva ed imparziale in base alle proprie risorse economiche. Naturalmente in questo calcolo rientrano stipendio di lavoro, eventuali proprietà, investimenti, le potenzialità economiche in genere;
  • Il tenore di vita del figlio: che aveva in costanza di convivenza dei genitori.
  • Attuali esigenze del figlio: in termini di bisogni alimentari, e inerenti allo sviluppo della sua personalità in svariati ambiti, compreso quello della formazione culturale e della vita sociale. Dipendono dall’età: sono molteplici e costose nei primissimi anni di vita, scendono nell’infanzia per risalire durante l’adolescenza.
  • Tempi di permanenza presso i genitori separati e
  • Valore economico dei compiti domestici e di cura assunti da ciascun genitore: ovvero occorre tener conto delle spese che vengono effettuate quando il figlio passa del tempo insieme al genitore affidato;  delle risorse personali investite in compiti che altrimenti sarebbero affidati a terzi, con conseguente risparmio spesa; della dedizione di tempi che implicano per il genitore un minor guadagno.

Ulteriore criterio è il:

  • Titolo di proprietà della casa familiare: dell’assegnazione della casa familiare il giudice tiene conto nella regolamentazione dei rapporti economici dei genitori, in quanto il godimento della casa familiare rappresenta un’utilità valutabile in misura pari al risparmio dell’esborso occorrente per godere dell’immobile a titolo di locazione.

Mantenimento figli maggiorenni: come funziona?

Che dire però, quando ci sono figli maggiorenni in una coppia in procinto di separarsi? Al contrario di quello che possono pensare molti, l'obbligo di mantenimento non viene a cadere quando i figli raggiungono la maggiore età.

Quest'obbligo infatti, può cessare soltanto quando è possibile dimostrare che il figlio maggiorenne ha ormai ottenuto una certa indipendenza economica attraverso un lavoro regolare ben retribuito.

E’, tuttavia, necessario che la mancanza di autosufficienza economica non sia dovuta a colpa dello stesso figlio maggiorenne.

Ha bisogno di un avvocato affidabile e professionale?

Ha bisogno di un avvocato affidabile e professionale?

L'avvocato Sabrina D'Ascenzo offre consulenza legale senza nessun impegno nell'ambito dei divorzi, delle separazioni, degli affidamenti, dei mantenimenti e nelle adozioni.

Non perdere altro tempo, contattaci subito!

Contattaci 063701377
 

CONSULENZA

Vuoi chiedere maggiori info?

Potrebbe interessarti anche

Eventi e convegni a cui ha partecipato l'avvocato Sabrina D'Ascenzo

Scuola di alta formazione specialistica avvocati in diritto delle persone, delle relazioni familiari e dei minorenni di Cammino in collaborazione con Scuola Superiore dell’Avvocatura - Fondazione del Consiglio Nazionale Forense e i Dipartimenti di Giurisprudenza delle Università di Roma Tre, Cassino - Lazio Meridionale.

Scuola Alta Formazione Specialistica Avvocati Diritto Persone 01
Scuola Alta Formazione Specialistica Avvocati Diritto Persone 02
Scuola Alta Formazione Specialistica Avvocati Diritto Persone 03

 

Contattaci

Se vuoi maggiori informazioni, compila questo modulo. Ti ricontatteremo quanto prima possibile.

Avv. Sabrina D'Ascenzo

Tel. +39 063701377
info@avvocatodirittofamigliaroma.it

Dal Lunedi al Venerdi

9:00 - 19:00

Viale Giulio Cesare 62

00192 Roma zona Prati (RM)

Avvocato Sabrina D'Ascenzo - P.Iva: 11684851006 - Viale Giulio Cesare 62 - 00192 Roma zona Prati (RM)
Tel. +39 063701377 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -