Affidamento condiviso

Mi chiamo Sabrina D'Ascenzo, sono un avvocato del Foro di Roma e mi occupo di tutela legale per la famiglia, in particolare di tutto ciò che riguarda l'affidamento. Assisto le persone nelle cause di affidamento  condiviso ma anche quello super esclusivo, l'affidamento esclusivo, degli animali domestici o quello congiunto.

Avvocato per affidamento condiviso a Roma, con studio in zona Prati. Sono a disposizione per chiarimenti e assistenza. Offro consulenza e assistenza legale in materia di diritti e doveri dei figli minorenni e maggiorenni.

Avvocato per Affidamento condiviso a Roma zona Prati: consulenza legale con l'avvocato Sabrina D'Ascenzo

L'affidamento condiviso è un istituto piuttosto moderno nella giurisprudenza italiana, il quale è divenuto realtà in corrispondenza dell'approvazione della legge 8 febbraio 2006 n.54, la quale ha allineato l'Italia a molti altri paesi europei in tema di affidamento.

Entriamo dunque nel dettaglio e cerchiamo di capire che cosa si intende per affidamento condiviso.

L'affidamento condiviso e gli assegni familiari vengono spesso definiti una versione evoluta dell'affidamento congiunto, che è stato introdotto nel 1987 e che di fatto aveva una funzione residuale rispetto all’affidamento monogenitoriale.

Con l'affidamento condiviso si è introdotto il cosiddetto principio della bigenitorialità, ovvero è stato espressamente sancito il diritto del minore “di mantenere un rapporto equilibrato e continuativo con ciascuno dei genitori, di ricevere cura, educazione, istruzione e assistenza morale da entrambi i genitori “ (art. 337 ter c.c.). A differenza del passato, dunque, l’affidamento esclusivo è diventata soluzione residuale, dovendo il tribunale, chiamato a decidere, valutare prioritariamente la possibilità di affidare i figli a entrambi i genitori.

L'affidamento condiviso dei figli

Condividere l’affidamento implica che entrambi i genitori assumono la cura del figlio e concordano una linea educativa comune, indipendentemente dalla soluzione abitativa stabilita per il minore. Condivisione non equivale, però, ad eguali tempi di permanenza presso ciascun genitore, sebbene modalità e tempi della presenza dei figli presso ciascuno di essi vadano modulati in modo da consentire ai genitori stessi di assolvere compiutamente ai propri compiti e incontrare regolarmente i propri figli per periodi significativi.

Gli aspetti economici possono presentare delle peculiarità differenti, dunque può accadere che il giudice stabilisca delle condizioni differenti per genitori per quel che riguarda il sostentamento della prole. Anche in questo caso entrambi i genitori hanno il diritto e il dovere di contribuire alla crescita dei figli dal punto di vista economico, ma sul piano quantitativo possono sussistere delle differenze correlate alle disponibilità economiche del genitore.

Dal punto di vista economico la coppia può anche porre in essere dei liberi accordi, anche se simili situazioni sono piuttosto rare ed è quindi necessario, nella grande maggioranza dei casi, che sia il giudice ad esprimersi su tali questioni. Nell'ambito dell'affidamento condiviso non è raro che insorgano diatribe da parte dei genitori, o comunque che si configurino delle situazioni tali da richiedere una corretta interpretazione dal punto di vista legale.

Quello della bigenitorialità, infatti, è un principio, il quale deve essere tradotto dal punto di vista pratico: è molto frequente che, sebbene esso sancisca il diritto dei figli di mantenere rapporti con i genitori e ricevere cura da essi i in modo del tutto analogo, il genitore che non convive con i suoi figli sia di gran lunga svantaggiato nel momento in cui tenta di assolvere ai suoi compiti, oppure può accadere che un genitore si dimostri poco collaborativo nei confronti dell’altro genitore o che si renda protagonista di vere e proprie azioni ostruzionistiche.

In casi come questi, ovviamente, è fondamentale rivolgersi a un avvocato di famiglia che sappia suggerire le soluzioni più adatte analizzando nel dettaglio le caratteristiche del singolo caso.

Affidamento esclusivo, quali sono le differenze?

L'affidamento esclusivo rappresenta un'eccezione, di conseguenza esso può essere stabilito da parte di un giudice solo in determinati casi.

Come si può intuire dal nome, l'affidamento esclusivo prevede che i figli vengano affidati solo ed esclusivamente a un genitore, e una situazione di questo tipo può configurarsi laddove uno dei due genitori venga giudicato inadatto al ruolo, dunque potenzialmente dannoso per la crescita del figlio.

Nel caso in cui entrambi i genitori dovessero essere valutati inidonei da parte di un giudice, il medesimo può prevedere un affidamento familiare. Questa tipologia di affidamento, può coinvolgere anche soggetti terzi che nulla hanno a che vedere con la famiglia.

Ha bisogno di un avvocato affidabile e professionale?

Ha bisogno di un avvocato affidabile e professionale?

L'avvocato Sabrina D'Ascenzo offre consulenza legale senza nessun impegno nell'ambito dei divorzi, delle separazioni, degli affidamenti, dei mantenimenti e nelle adozioni.

Non perdere altro tempo, contattaci subito!

Contattaci 063701377
 

CONSULENZA

Vuoi chiedere maggiori info?

Potrebbe interessarti anche

Eventi e convegni a cui ha partecipato l'avvocato Sabrina D'Ascenzo

Scuola di alta formazione specialistica avvocati in diritto delle persone, delle relazioni familiari e dei minorenni di Cammino in collaborazione con Scuola Superiore dell’Avvocatura - Fondazione del Consiglio Nazionale Forense e i Dipartimenti di Giurisprudenza delle Università di Roma Tre, Cassino - Lazio Meridionale.

Scuola Alta Formazione Specialistica Avvocati Diritto Persone 01
Scuola Alta Formazione Specialistica Avvocati Diritto Persone 03
Scuola Alta Formazione Specialistica Avvocati Diritto Persone 02

 

Contattaci

Se vuoi maggiori informazioni, compila questo modulo. Ti ricontatteremo quanto prima possibile.

Avv. Sabrina D'Ascenzo

Tel. +39 063701377
info@avvocatodirittofamigliaroma.it

Dal Lunedi al Venerdi

9:00 - 19:00

Viale Giulio Cesare 62

00192 Roma zona Prati (RM)

Avvocato Sabrina D'Ascenzo - P.Iva: 11684851006 - Viale Giulio Cesare 62 - 00192 Roma zona Prati (RM)
Tel. +39 063701377 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -