Affidamento super esclusivo a Roma zona Prati

Mi chiamo Sabrina D'Ascenzo, sono un avvocato del Foro di Roma e mi occupo di tutela legale per la famiglia, in particolare di tutto ciò che riguarda l'affidamento. Assisto le persone nelle cause di affidamento super esclusivo ma anche quello esclusivo, l'affidamento congiunto, degli animali domestici o quello condiviso. Offro consulenza e assistenza legale in materia di diritti e doveri dei figli minorenni e maggiorenni.

Avvocato per affidamento super esclusivo a Roma, con studio in zona Prati. Sono a disposizione per chiarimenti e assistenza.

Avvocato per Affidamento super esclusivo a Roma zona Prati: consulenza legale con l'avvocato Sabrina D'Ascenzo

La tematica che concerne i provvedimenti da applicare nei confronti della prole, è una questione estremamente complessa e delicata. Il decreto Legislativo 154/2013 manifesta palesemente il diritto che ogni bambino possiede alla bigenitorialità. Tale diritto è ritenuto un arricchimento all’educazione e alla crescita del minore.

Il Giudice, chiamato a dover decidere sulla problematica dell’affidamento di un minore, deve poter garantire al bambino coinvolto una soluzione congrua e idonea al suo sviluppo fisico e mentale, prefissandosi come prioritaria la soluzione di affidamento condiviso tra i genitori e relegando ai casi estremi l’affidamento esclusivo o super esclusivo.

L’affidamento super esclusivo è una forma di affidamento che viene applicata raramente e in casi di condotta nettamente pregiudizievole da parte di uno dei due genitori. Tendenzialmente, infatti, i giudici optano per una tipologia d’affidamento del minore cosiddetto condiviso, che non esclude totalmente l’esercizio della responsabilità genitoriale di uno dei due adulti e implica che entrambi i genitori assumano la cura del figlio e concordino una linea educativa comune, indipendentemente dalla soluzione abitativa stabilita per il minore.

Quali sono le differenze con l’affidamento esclusivo?

L’affidamento esclusivo consiste nell’affidare ad uno solo dei genitori il minore, tuttavia tale pratica non esclude il ruolo e la genitorialità dell’altro genitore non affidatario. Quest’ultimo ha il diritto e il dovere di intervenire nelle decisioni importanti che riguardano l’educazione della prole, manifestando il suo consenso o dissenso sulle questioni fondamentali della vita del figlio (salute, educazione, istruzione, luogo di residenza).

Viceversa con l’affidamento super esclusivo tutte le decisioni importanti e non, riguardante la prole, sono rimesse al solo genitore affidatario. Questi è l’unico adulto a poter intervenire nell’educazione e nella crescita del bambino.  Egli dovrà agire nell’esclusivo interesse e beneficio del minore, considerando nelle sue decisioni le capacità, le inclinazioni e le aspirazioni del figlio affidatogli. Nell’ambito dell’affidamento super esclusivo il genitore non affidatario non potrà esprimere alcun parere o effettuare alcuna decisione a riguardo dell’educazione del minore. Il bambino dovrà far capo ad un unico centro decisionale che è rappresentato dal genitore affidatario.

Tuttavia, anche nell’affidamento super esclusivo l’altro genitore non affidatario non viene privato della responsabilità genitorialità, in quanto ha il dovere e il diritto di vigilare sull’istruzione ed educazione dei figli e può ricorrere al giudice quando ritenga che siano state assunte decisioni pregiudizievoli al loro interesse.
Nei casi in cui nessuno dei due genitori sia idoneo all’affidamento si procede con l’affidamento familiare. È il giudice a decidere a chi affidare la custodia del figlio.

Quali sono i limiti dell’affidamento super esclusivo?

L’affidamento super esclusivo, come precedentemente affermato, è una soluzione rara che deve essere applicata nell’esclusivo interesse del minore. La richiesta di questa tipologia d’affidamento non deve essere considerata dal genitore richiedente come un valido strumento da utilizzare per vendicarsi del coniuge inadempiente, né d’altro canto deve intendersi come pretesto per scaricarsi dalle responsabilità genitoriali. Il Giudice non potendo garantire al minore la bigenitorialità, a causa di comportamenti riprovevoli o pregiudizievoli di uno dei genitori, attua l’affidamento super esclusivo.

Tuttavia è bene precisare che tale provvedimento presenta dei limiti evidenti, che hanno lo scopo, da un lato di mantenere viva l’attenzione e l’interesse del genitore non affidatario nei confronti del minore, e dall’altro di inibire comportamenti illeciti da parte del genitore affidatario. In breve, il genitore non affidatario può:

  • appellarsi all’articolo 337 quater del codice civile, qualora ritenga che il genitore affidatario abbia preso provvedimenti pregiudizievoli nei riguardi della prole.
  • Appellarsi all’ex articolo 710 del codice di procedura civile, laddove riscontri delle notevoli carenze o delle inesattezze attuate dal genitore affidatario, per quel che concerne l’educazione e l’istruzione del minore affidato.

Sarà compito delle Autorità competenti di verificare la veridicità delle affermazioni sostenute dal genitore non affidatario, attuando di conseguenza i dovuti provvedimenti.

Ha bisogno di un avvocato affidabile e professionale?

Ha bisogno di un avvocato affidabile e professionale?

L'avvocato Sabrina D'Ascenzo offre consulenza legale senza nessun impegno nell'ambito dei divorzi, delle separazioni, degli affidamenti, dei mantenimenti e nelle adozioni.

Non perdere altro tempo, contattaci subito!

Contattaci 063701377
 

CONSULENZA

Vuoi chiedere maggiori info?

Potrebbe interessarti anche

Eventi e convegni a cui ha partecipato l'avvocato Sabrina D'Ascenzo

Scuola di alta formazione specialistica avvocati in diritto delle persone, delle relazioni familiari e dei minorenni di Cammino in collaborazione con Scuola Superiore dell’Avvocatura - Fondazione del Consiglio Nazionale Forense e i Dipartimenti di Giurisprudenza delle Università di Roma Tre, Cassino - Lazio Meridionale.

Scuola Alta Formazione Specialistica Avvocati Diritto Persone 02
Scuola Alta Formazione Specialistica Avvocati Diritto Persone 03
Scuola Alta Formazione Specialistica Avvocati Diritto Persone 01

 

Contattaci

Se vuoi maggiori informazioni, compila questo modulo. Ti ricontatteremo quanto prima possibile.

Avv. Sabrina D'Ascenzo

Tel. +39 063701377
info@avvocatodirittofamigliaroma.it

Dal Lunedi al Venerdi

9:00 - 19:00

Viale Giulio Cesare 62

00192 Roma zona Prati (RM)

Avvocato Sabrina D'Ascenzo - P.Iva: 11684851006 - Viale Giulio Cesare 62 - 00192 Roma zona Prati (RM)
Tel. +39 063701377 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -